• en
  • fr
  • it
  • ro
  • de
  • el

Determinazione della “finestra di impianto” dopo controllo molecolare della ricettività endometriale in donne con storia di ripetuti tentativi falliti di fecondazione in vitro

SINTESI

Introduzione/Obiettivo

La fase di impianto di un embrione nell’endometrio rappresenta il punto più critico della procedura di fecondazione. Si tratta di una serie complessa di eventi contraddistinti che portano al successo della gravidanza. Tuttavia, molte volte l’impianto dell’embrione nell’endometrio non procede normalmente. Una delle ragioni di questo fallimento è rappresentata dallo stato di ricettività dell’endometrio al momento dell’impianto dell’embrione. Normalmente, la ricettività endometriale risulta più alta nel periodo tra il settimo e l’ottavo giorno dopo l’ovulazione, chiamato “finestra di impianto”. In alcuni casi la “finestra di impianto” può essere diversa portando all’insuccesso della procedura d’impianto dell’embrione. L’obiettivo di questo studio è stato quello di analizzare, tramite tecniche molecolari, la ricettività endometriale di donne con ripetuti tentativi falliti e embrioni di buona qualità, al fine di determinare la “finestra di impianto”.

Materiali/Metodi
20 donne con un’età media di 38,04 (± 3,9) anni, sono state sottoposte al prelievo di tessuto endometriale sette giorni dopo il picco di LH in un ciclo normale o cinque giorni dopo l’inizio di somministrazione di progesterone in un ciclo di terapia di sostituzione ormonale. Il materiale è stato testato per l’espressione differenziale di 238 geni associati alla ricettività endometriale. In caso di risultato negativo, la prova è stata ripetuta con un giorno aggiuntivo per rivalutare il processo.
Risultati

Complessivamente, la prova ha dato esiti negativi in 5 donne ed è stata ripetuta per la determinazione precisa del giorno d’impianto. Dopo la rivalutazione, è stato effettuato il trasferimento embrionale allo stadio di blastocisti nel giorno corrispondente (+6 o +7). 2 donne su 5 hanno raggiunto risultati positivi, portando a termine la gravidanza.

Conclusioni
L’impianto di un embrione nell’endometrio è una processo complesso, regolato dall’espressione sinergica di vari geni e può verificarsi solo in giorni selezionati del ciclo mestruale. La “finestra di impianto” svolge un ruolo centrale nell’esito della fecondazione in vitro, in modo da rendere necessaria la sua precisa determinazione nei casi in cui compare tardivamente.
Gli autori

Mari-Rosa Mitropoulou, Vaia Gota, Sonia Teftsoglou e Teodosios Arkoulis Centro Fecondazione Assistita “MITOSI”, Pireo